Menu:

 

Ultime modifiche

11 Aprile 2010:
Aggiornamento Famiglia Pesavento

 

Continua...

Google

Links:

- Società genealogica Svizzera
- Società genealogica Svizzera italiana
- Genealogia italiana
- Family search
- Ellis Island

 

 

Le qualità necessarie

La curiosità, la pazienza, la perspicacia, la logica, la perseveranza, l’ottimismo, la prudenza, la minuziosità, il rigore, il metodo ed una grande disponiblità saranno indispensabili per condurre a termine la vostra genealogia.
ATTENZIONE!!! È facile poter risalire molto rapidamente 4, o 5 generazioni senza problema. Ma non rallegrate troppo in anticipo! più avanzerete nel tempo, più sarà difficile. Lo scopo è non di disperare! Le associazioni di genealogia possono darvi un buono colpo di mano, chiedono un consiglio quando vi bloccate da qualche parte.

Come iniziare un albero

Occorre imperativamente avere i nomi e date dei vostri genitori o dei vostri nonni e bisnonni. Queste informazioni possono essere ottenute su: - un atto di nascita, - un atto di matrimonio, - un atto di decessi, - o qualsiasi altro documento come opuscolo di famiglia o opuscolo militare. Lì, risalite facilmente con queste informazioni di base sul comune citato nell’atto, e farete la vostra prima richiesta  al comune corrispondente, chiedendo l’atto desiderato e così via, voi potrete risalire le generazioni.
ATTENZIONE!!! È frequente risalire molto rapidamente 4, o 5 generazioni senza problema. Ma non rallegrate troppo in anticipo! più avanzerete nel tempo, più sarà difficile. Lo scopo è non di disperare! I cerchi di genealogia possono darvi un buono colpo di mano, chiedono un consiglio quando vi bloccate da qualche parte.
Ulteriori informazioni: http://it.wikipedia.org/wiki/Albero_genealogico

I primi passi in genealogia

Se si comincia da zero, il primo passo per iniziare le ricerche genealogiche è andare chiedere le informazioni direttamente ai nonni (se possibile) altrimenti andare in soffitta e rimediare vecchie foto di famiglia, la documentazione relativa a testamenti, vendite di case o beni, ecc.. .

Occhi puntati anche sui vecchi libri e su vecchie fotografie. Nelle pagine dei libri e dal retro delle fotografie si possono ricavare i nomi, le date importanti quali quelle di nascita, morte e matrimonio, i luoghi in cui sono nati, morti e vissuti gli antenati. Estremamente importanti anche i cosiddetti "sanper raccogliere date di nascita e morte con cui costruire pezzi interi di albero genealogico.

Una volta raccolta la prima serie di informazioni, se possibile, occorre chiedere ai parenti anziani ancora in vita per completare i tasselli mancanti. Dopo questo passo avrete il numero sufficiente di nomi, date e luoghi per iniziare a scartabellare fra la polvere di chiese ed uffici di stato civile comunali.

Le anagrafi nei comuni  arriveranno fino ad una certa data: quasi tutti i comuni arrivano fino al 1850 (alcuni anche ai primi dell'ottocento), ma l'anno in cui divenne obbligatorio tenere registro delle nascite, dei matrimoni e dei decessi è il 1871. Le informazioni che non si reperiscono dalle anagrafi si reperiranno dagli archivi parrocchiali e fino al 1563 anno del concilio di Trento (incendi e distruzioni permettendo). Copie di solito sono visionabili previo permesso della curia vescovile. La documentazione è divisa in libri fino ad una certa data redatti in Latino.